BG Semifinal - Una lettera perduta - Grigia Compagnia

  • alletg
  • alletg's Avatar Topic Author
  • Offline
  • Orchetto Veterano
  • Orchetto Veterano
More
08 Sep 2020 11:03 #133307 by alletg
Non sempre tutte le cronache sono raccontate, spesso nel tempo vengono perdute.
Questo è quanto accadde dopo l’incontro ai guadi dell’Isen, ove Aragorn potè riabbracciare Halbarad e la sua gente. Molti ricorderanno come Elrohir riportò le parole del padre Elrond al futuro Re di Gondor: “I giorni sono brevi. Se hai premura, rimembra i Sentieri dei Morti”.
Quel che però gli annali non riportano è quanto venne narrato la sera prima della partenza per i Sentieri dei Morti, davanti ad un falò che riscaldò la serata e gli animi della Grigia Compagnia.
Quanto segue venne ritrovato appuntato sul diario di uno dei membri della Grigia Compagnia.
Aragorn accese la pipa e, con il volto illuminato dalle fiamme ardenti del falò, chiese ai due gemelli: “Dunque ditemi fratelli miei, così alla fine Re Elrond vi ha consentito di scendere in battaglia?”. A rispondere fu Elladan: “Si. Ci trovammo mentre la battaglia del fosso di Helm stava avendo luogo. Ci erano giunte le notizie che Mithrandir ed Eomer stavano per raggiungervi. Eravamo certi di come la battaglia sarebbe finita. Così parlammo con nostro Padre, spiegandogli le nostre intenzioni di raggiungerti con la Grigia Compagnia e di combattere ancora una volta al tuo fianco.”
“Ed Elrond non vi ha opposto nessuna resistenza?”. Allora rispose Elrohir, mentre ogni membro della compagnia stava ad ascoltare. “Nessuna resistenza. Le sue parole furono: Considero Aragorn uno dei miei figli, al vostro pari, e se i suoi fratelli intendono scendere in battaglia al suo fianco, allora sono orgoglioso di quanto i miei figli intendono fare. Vendicate quanto gli orchi fecero a vostra madre Celebrian, scacciateli da questo mondo e cercate di lasciare ai vostri nipoti una terra in cui possa regnare la pace per secoli.
Quest’ultime parole lasciarono tutti stupiti. Sottintendevano infatti che Elrond avrebbe concesso in sposa Arwen al futuro Re di Gondor ed Arnor. Gli occhi di Aragorn si fecero lucidi, ma riuscì a ricacciare indietro l’emozione; da quel preciso momento aveva un motivo in più per combattere.
Successivamente i due gemelli raccontarono di come la sorella Arwen, scambiata per Luthien da Aragorn in tempi immemori, tesse il vessillo giorno e notte tessendo in esso magie di protezione ed incastonandole nelle pietre preziose che lo impreziosivano.
Il giorno successivo sarebbe stato il giorno degli addi agli uomini di Rohan, a Gandalf e al piccolo Merry.
Aragorn, Legolas, Gimli e l’intera compagnia andarono a dormire.
Seppur ai giorni nostri conosciamo come si svolsero i fatti, vi assicuro che a quei tempi non vi erano certezze, e lo stato d’animo della Grigia Compagnia fu sempre un miscuglio di sentimenti cupi e carichi d’entusiasmo allo stesso tempo. L’eccitazione e la voglia di ripulire la Terra di Mezzo dalle forze del male era altissimo.
In quel momento erano importanti solamente due fattori, attraversare i Sentieri dei Morti per far onorare un antico giuramento e uccidere quanti più nemici si parassero davanti.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

Moderators: Debbia91
Powered by Kunena Forum