1ºContest di Racconti- La sfida del Re

  • Samildanach
  • Samildanach's Avatar Topic Author
  • Offline
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Ringorn Iwinyl
More
19 Dec 2015 20:59 - 03 Feb 2016 22:38 #104586 by Samildanach
1ºContest di Racconti- La sfida del Re was created by Samildanach
Rompo gli indugi!
Ho deciso il tema del mio racconto, ovvero gli ultimi giorni di Re Earnur, ultimo re di Gondor. Re guerriero, vincitore della battaglia di Fornost. Mi attira in quanto personaggio quasi Shakesperiano, dalle forti passioni e dall'orgoglio smisurato. Non ho ancora deciso se impostare il tutto come un lungo monologo da pazzo furioso consumato dall'ira, o come un racconto più tradizionale. Nei prossimi giorni inizio a buttare giu due righe...
Aspetto altri partecipanti!
LA SFIDA DEL RE
Alla luce tremolante di una candela, come ogni notte da molti anni a quella parte, il sovrintendente Mardil se ne stava chino su rapporti e libri contabili, cercando di far quadrare i conti del regno. L'inverno appena trascorso era stato uno dei più duri che la gente di Gondor ricordasse, eppure i presagi per il futuro erano tutt'altro che lusinghieri. I raccolti della stagione passata erano stati miseri, e se le cose fossero continuate di questo passo il popolo avrebbe sofferto la fame. I rifornimenti dagli stati vassalli del sud arrivavano a singhiozzo, visto il moltiplicarsi delle razzie dei corsari di Umbar che assaltavano senza pietà i convogli. Sarebbe stata necessaria un'azione risolutiva in tal senso, ma il regno, dopo decine di anni di guerre quasi ininterrotte contro Il Re di Angmar, era dissanguato, e non aveva la forza per opporsi ad un altro nemico. Ma non era questo il pensiero che più angustiava il Sovrintendente. Egli era preoccupato per il futuro della nazione. Gondor non aveva un erede. Il Re Eärnur, coraggioso e prode, non aveva nessuna intenzione di prendere moglie, l'unico suo interesse erano le armi e la battaglia, e poco si curava degli affari del Regno e dei doveri che nutriva verso i suoi sudditi. Ogni volta che i consiglieri, o lo stesso Mardil, ritornavano sull'argomento egli rispondeva con noncuranza che non era ancora tempo, che prima o poi ci avrebbe pensato. E mentre gli anni passavano, ogni sera, il buon Sovrintendente, chino sulle carte a decidere del destino del Regno di Gondor, pensava con amarezza :" Ahimè, se il Re non si cura del destino di Gondor, chi potrà sopportare il peso del comando?" Il futuro avrebbe dimostrato che le paure del Sovrintendente erano più che fondate.

Colpi. Colpi in lontananza. Sembravano tuoni, o cavalli lanciati in un galoppo sfrenato . No, niente del genere. Mardil si era appisolato chino sui fogli, e si maledisse per la propria stupidità, doveva aver sognato. Ma non si trattava di un sogno: qualcuno bussava furiosamente alla porta. “Arrivo! Arrivo!” bofonchiò con la voce impastata e i pensieri ancora annebbiati dal brusco risveglio. “Dannazione, arrivo!”. Tolse il paletto e spalancò l’uscio, trovandosi di fronte una guardia della Cittadella, rossa in viso e con gli occhi spiritati. “Signore, mi manda il capitano Girdan, chiede immediatamente la vostra presenza nelle stanze del Re” poi, guardandosi attorno con sospetto,come se stesse per riferire un importante segreto, aggiunse a mezza voce “Il Re è impazzito.” I pensieri del Sovrintendente si schiarirono in fretta. Sapeva bene che il Re era facile all'ira e ultimamente amava esagerare col vino prima di dormire. Doveva però essere successo qualcosa di davvero grave questa volta. "Resta qui e sorveglia le mie stanze" ingiunse in tono deciso alla guardia " io mi recherò dal Re." Dicendo questo si allontanò con passo deciso verso l'ala della cittadella riservata al sovrano, e rimase molto turbato nel trovare davanti alle porte degli appartamenti reali il Capitano delle guardie che camminava avanti e indietro, visibilmente alterato, mentre a terra giaceva una delle sue guardie, priva di sensi, su cui erano chini alcuni commilitoni che cercavano di rianimarla. Mardil prese subito il controllo della situazione "Girdan, cosa sta succedendo qui?" L'ufficiale fu lesto a rispondere "Il Re. Il Re mi ha convocato prima di coricarsi, poco più di un'ora fa. Ero con Thalied, il mio attendente.." disse indicando con un cenno del capo il giovane soldato tramortito "...e mi ha chiesto se lo considerassi un vigliacco. Ovviamente chiunque sa che il nostro Re non teme nulla! E così ho risposto. Ha rivolto la stessa domanda a Thalied, che ha risposto nello stesso modo. Era strano, molto strano..." Madril lo incalzò" Si, e poi cos'è successo?" Girdan continuò:" Poi la rabbia è esplosa in lui, ha iniziato a chiamarci traditori e a tempestare Thalied di pugni, sembrava volesse ucciderlo. Poi si è fermato di colpo, lo ha lasciato andare, mi ha detto di andarmene, e di mandarvi a chiamare." Mardil sospirò. "Sovrinte dente" aggiunse il Capitano "Le mie guardie mi hanno riferito che il Re era strano da qualche giorno, da quando è arrivato quel messaggero da Minas Morgul...". Gli occhi di Madril avvamparono di furore" Quale messaggero? Perché non sono stato avvisato? Non sono forse il Sovrintendente del Regno?" "Signore, si, Signore. Ma il Re aveva espressamente ordinato di consegnare a lui e a lui soltanto qualsiasi messaggio del Re di Angmar". Al che Madrli si placò, non poteva certo incolpare qualcuno per aver obbedito a un ordine del Re. "Bene Girdan. Hai fatto il tuo dovere. Ora me ne occuperò io." E detto ciò, entrò nelle stanze di Re Eärnur. Tutte le torce erano spente, fuorché una che dava alla grande stanza da letto un'aria tetra e soffocante. Seduto sul bordo del letto se ne stava il Re, indossava l'armatura da battaglia e teneva la spada sulle ginocchia. Il Sovrintendente si avvicinò con cautela.

"Sire, mi avete fatto chiamare?"

"Mardil. Mio buon sovrintendente. Guarda questo messaggio. Il Re di Angmar mi sfida per l'ennesima volta a duello, rinfacciandomi per l'ennesima volta di essere fuggito davanti a lui a Fornost, e di avere rifiutato la sfida che mi lanciò sette anni fa, chiamandomi vigliacco e indegno del sangue di Elendil." Il Re parlò in tono gioviale, ma c'era qualcosa di inquietante nelle sue parole, come una vena di follia. E non era il vino.

"Mio Signore, le parole del Re di Angmar non sono altro che menzogna. Nessun mortale in battaglia è prode quanto voi, questo lo sappiamo bene tutti. Io ero con voi a Fornost, e fu il vostro cavallo a fuggire terrorizzato, e non voi, che non temete nulla, e lo avete dimostrato molte altre volte ancora. "

La rabbia di Eärnur esplose di nuovo" Io li vedo i miei sudditi! Mi guardano, e ridono di me! Essi mi considerano un vigliacco! Alle mie spalle ridono di me! Io sono il Re! Io sono il Re di Gondor! Io sono l'erede di Elendil! E non temo niente e nessuno! Io non rifiuterò la sfida questa volta!" E dicendo questo si alzò di scatto iniziando a mulinare la spada come un ossesso.

Madril fece un passo indietro. Egli non aveva certo le abilità guerriere del Re ma era anch'egli un discendente della pura razza di Numenor, e sotto le sete e i morbidi abiti si celavano un coraggio e una volontà di ferro. " Mio signore, la sfida del Re di Angmar è sicuramente una trappola. Il vostro popolo ha bisogno di voi. Non è il momento di imbarcarsi in simili sciocche imprese!"

Allora il Re si rabbuiò." Tu. Anche tu. Anche tu mi consideri un vigliacco eh!? Io sono il Re!E questa è la mia decisione! Vuoi forse opporti alla mia volontà, Sovrintendente Madril? Come sempre, penserai tu a reggere la città e il Regno in mia assenza. Vá, e disponi i preparativi per la mia partenza."

Pochi giorni dopo, al levar del sole, una grande folla si era radunata presso i cancelli della città. La notizia che il Re aveva accettato la sfida del re di Angmar, e che sarebbe andato a Minas Morgul per affrontarlo in duello, si era sparsa velocemente per la città, e se qualcuno riteneva fosse un'imprudenza, i più erano fieri del coraggio del loro sovrano " Nelle sue vene scorre davvero il sangue di Elendil" si mormorava tra il popolo. Eärnur uscì dai cancelli scortato dalla sua guardia personale, con le armature lucenti e gli stendardi al vento, in groppa a magnifici stalloni da guerra. Il rullo dei tamburi e il suono limpido del grande corno della Cittadella salutavano la partenza del Re. Eärnur si voltò verso le mura candide di Minas Tirith e gridò con voce potente le parole che secondo la tradizione, da secoli ormai, i sovrani di Gondor pronunciavano ogni volta che lasciavano la bianca città:" Affido le chiavi, il governo e la difesa della città al Sovrintendente e alla sua casata, che avranno cura di occuparsene fino al ritorno del Re!" Un boato scosse la folla mentre i cavalieri si mettevano in marcia verso est, attraversando i verdi campi illuminati dalla luce dolce del mattino, lanciandosi poi al galoppo per obbedire alla volontà del Re. E non fecero mai più ritorno.

When the Elves passed westward, Tom was here already, before the seas were bent. He knew the dark under the stars when it was fearless – before the Dark Lord came from Outside.
Last edit: 03 Feb 2016 22:38 by Samildanach.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • ALBIONE
  • ALBIONE's Avatar
  • Offline
  • Generale del Male
  • Generale del Male
  • Cavaliere d'Argento
More
19 Dec 2015 21:58 #104589 by ALBIONE
Replied by ALBIONE on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
Dacci dentro... ho molte aspettative. :lol:

POTERE HOBBIT!

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Samildanach
  • Samildanach's Avatar Topic Author
  • Offline
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Ringorn Iwinyl
More
27 Dec 2015 16:21 #104921 by Samildanach
Replied by Samildanach on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
Ecco l'Intro , la metto in spoiler se qualcuno preferisse invece leggere solo il risultato finale:

Warning: Spoiler! [ Click to expand ]

When the Elves passed westward, Tom was here already, before the seas were bent. He knew the dark under the stars when it was fearless – before the Dark Lord came from Outside.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Samildanach
  • Samildanach's Avatar Topic Author
  • Offline
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Ringorn Iwinyl
More
31 Jan 2016 16:44 #106167 by Samildanach
Replied by Samildanach on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
I più svariati problemi mi hanno costretto a pubblicare proprio all'ultimo momento!
Comunque ecco qui, spero vi piaccia!

When the Elves passed westward, Tom was here already, before the seas were bent. He knew the dark under the stars when it was fearless – before the Dark Lord came from Outside.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • LOTRfan
  • LOTRfan's Avatar
  • Offline
  • Uruk-Hai Capo
  • Uruk-Hai Capo
  • Enjoy the game
More
31 Jan 2016 21:35 #106171 by LOTRfan
Replied by LOTRfan on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
Forse un po' troppo frettoloso nel finale, ma tutto sommato è un buon lavoro ;-)

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Samildanach
  • Samildanach's Avatar Topic Author
  • Offline
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Ringorn Iwinyl
More
01 Feb 2016 06:48 #106176 by Samildanach
Replied by Samildanach on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
Si in effetti é cosi. Tra l'ultimo dialogo e il finale volevo inserire un monologo del Sovrintendente sul tema del Potere, ma stava diventando una cosa troppo filosofica e ho lasciato perdere :cheer:

When the Elves passed westward, Tom was here already, before the seas were bent. He knew the dark under the stars when it was fearless – before the Dark Lord came from Outside.

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • LOTRfan
  • LOTRfan's Avatar
  • Offline
  • Uruk-Hai Capo
  • Uruk-Hai Capo
  • Enjoy the game
More
01 Feb 2016 08:46 #106177 by LOTRfan
Replied by LOTRfan on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
Peccato, secondo me ci stava :-(

Please Log in or Create an account to join the conversation.

  • Kaizokugari
  • Kaizokugari's Avatar
  • Offline
  • Troll Capo
  • Troll Capo
  • キツネ様は言った...
More
10 Feb 2016 11:59 #106431 by Kaizokugari
Replied by Kaizokugari on topic 1ºContest di Racconti- La sfida del Re
E bravo Samil, sarei stato curioso anch'io però di leggere il racconto "completo" con il monologo

Please Log in or Create an account to join the conversation.

Moderators: Brego il Pony
Powered by Kunena Forum