× [img]/joomla25/images/intest_categorie/al vecchio avventuriero.png

Oathmark

  • Johanxp
  • Avatar di Johanxp Autore della discussione
  • Assente
  • Troll di Mordor
  • Troll di Mordor
Di più
22/06/2020 17:19 #132851 da Johanxp
Oathmark è stato creato da Johanxp
Ciao ragazzi ravvivo un po’ questa sezione del forum con una breve recensione su Oathmark, il nuovo wargame di Joseph McCollough (autore di Frostgrave).
Perché ve lo segnalo? Per due motivi: uno perché si tratta di un sistema a mio avviso molto interessante e due perché, per diretta ammissione dell’autore de regolamento e di alcuni scultori di miniature l’ispirazione a Tolkien e al Silmarillion è stata molto importante.
Oathmark è un wargame rank’n’file fantasy (alla Warhammer fantasy Battle, Guerra dell’Anello o Kings o War per capirci) che cerca di distinguersi dalle altre proposte sul mercato con un regolamento snello e moderno con un paio di idee abbastanza innovative.
In breve, in ogni turno i due (o più) avversari si fronteggiano alternandosi nell’attivare le unità dei propri eserciti (esatto, ci si alterna a muovere ed attaccare).
Si inizia con l’iniziativa, testata con 2d10, inizia chi fa il numero più alto. In caso di parità chi ha il numero più alto tra i due più bassi.
Ogni unità ha diritto di compiere 2 azioni scegliendo tra muovere, manovrare, tirare, lanciare incantesimi (nel caso di maghi), usare abilità speciali, caricare, nella sequenza che preferisce. Muovere è l’unica azione che si può fare 2 volte nello stesso turno (ma il secondo movimento permette di muovere solo massimo la metà del proprio valore movimento). Quando tutte le unità sono state mosse comincia un nuovo turno.
Quando due unità si scontrano combattono simultaneamente. Per ogni unità di tira un massimo di 5 dadi (da 10), pari al massimo numero di miniature sul fronte dell’unità stessa. Eventuali ranghi aggiuntivi completi (e la presenza di eroi o campioni) offrono dei bonus. Viene calcolato un numero obiettivo, dato dalla capacità difensiva di chi subisce i colpi meno la capacità offensiva di chi attacca, più o meno una serie di modificatori (personaggi, attacco da retro/fianco ecc ecc). Anche il tiro segue un meccanismo simile.
Quando un’unità viene ferita si testa il morale, in casi di fallimento l’unità è scossa e subisce dei malus. Se deve testare ancora e fallisce un ulteriore test l’unità è distrutta e può causare panico ad altre unità nelle vicinanze.
L’attivazione delle unità non è automatica ma richiede un test. Si tirano 2d10 e se almeno uno è pari o superiore al valore di attivazione agisce normalmente altrimenti l’ordine del generale non è arrivato e l’unità può solo muovere, tirare o far manovra.
Come potete intuire il regolamento si sforza di essere molto snello ed intuitivo ma rimane molto tattico, l’interazione con i terreni è importante così come il piazzamento e l’utilizzo di campioni ed eroi.
La magia è contemplata ma fortunatamente rimane un elemento di supporto, importante ma mai troppo incisiva.
Interessante l’idea del kingdom building. In pratica ogni giocatore deve crearsi un regno con una capitale e tanti territori diversi: ogni territorio dà accesso ad un determinato tipo di truppa. Proseguendo col gioco in una sorta di mini campagna il regno si può ampliare e questo comporta maggiori possibilità di scelta.
Presenti una dozzina di scenari diversi per rendere il gioco più vario ed interessate.
Nota curiosa ogni regno è multietnico: un esercito può contenere senza problemi unità umane, elfiche e orchesche ad esempio, tutto dipende dai territori che compongono il regno del giocatore.
Io con 100 sterline ho messo assieme un esercito elfico di poco più di 2000 punti. Sì perché Oathmark ha una linea proprietaria di miniature, molto sobrie e dallo stile classico ma ben proporzionate che non sfigurano di fianco a quelle di ME:SBG. Sono presenti blister di campioni ed eroi in metallo e scatole di kit di plastica (25 sterline per una scatola di 30 miniature di fanteria in plastica o 8 sterline per 3 eroi per darvi un’idea). A me piacciono molto (specie quelle di Copplestone anche perché ce ne sono alcune di altri scultori invece un po’ bruttarelle).
Il manuale è di facile lettura e presenta illustrazioni fantasy anche queste molto classiche come stile ma ben fatte. Comprende le liste di 4 eserciti (Nani, Elfi, Umani, Orchi e goblin) oltre che diverse creature neutrali ma sono previsti già 3 supplementi che espanderanno la scelta (sono in attesa di quello dedicato ai non morti).
Dateci un’occhiata potrebbe piacervi!

Morbido quando ti muovi, duro quando colpisci.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
22/06/2020 21:50 #132855 da * Paul *
Risposta da * Paul * al topic Oathmark
Fico!
C'è un sito di riferimento per manuali e minia?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Johanxp
  • Avatar di Johanxp Autore della discussione
  • Assente
  • Troll di Mordor
  • Troll di Mordor
Di più
22/06/2020 22:02 #132856 da Johanxp
Risposta da Johanxp al topic Oathmark

Morbido quando ti muovi, duro quando colpisci.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Samildanach
  • Avatar di Samildanach
  • Offline
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Responsabile Eventi Ludici
  • Ringorn Iwinyl
Di più
22/06/2020 22:20 #132857 da Samildanach
Risposta da Samildanach al topic Oathmark
Interessante la sintesi del regolamento, sicuramente da approfondire!
Lo stile delle miniature, fin dalla prima wave di Frostgrave , mi è sempre piaciuto molto!

When the Elves passed westward, Tom was here already, before the seas were bent. He knew the dark under the stars when it was fearless – before the Dark Lord came from Outside.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: Alberto
Powered by Forum Kunena