Considerazioni sul modello.
Eccoci quì a parlare di troll

Gli unici, fino ad ora, con nome (se escludiamo buhrdur), della gamma Games Workshop.

sono grossi, decisamente fuori scala, rispetto ai colleghi del signore degli anelli, ma sono molto facili da dipingere (non hanno nemmeno le scaglie sulla schiena, come invece abbiamo visto con i troll di mordor e moria), e molto "simpatici" da assemblare, grazie a una scultura e una divisione in pezzi, diversa dal solito,  ma piacevole da montare.

alt
 

alt

Come, voi non fate così per far diventare i vostri modelli appiedati dei novelli cavalieri?

Considerazioni sul modello.

Il mumak di harad è sicuramente il simbolo del nostro hobby.

per quanto la scala sia sostanzialmente diversa da quella del film (dove uno di questi bestioni con un solo piede schiaccia cavallo e cavaliere, esso rimane comunque una bestia grande e imponente, di grande carisma e potenza.

la scala sballa ancora se lo mettiamo a confronto con berto (troll della scatola dei 3 troll), che con un braccio teso, raggiunge praticamente le bandierine sopra la testa del mumak.

prima del salto, eccovi la foto di insieme dei miei 3 mumakil di harad.

alt

Considerazioni sul modello.


pittura alternativa pare molto emo, ma di certo ho la vostra attenzione!

lo schema cromatico verde/argento, sugli elfi della seconda era, è certamente uno di quelli di maggior successo, tra le soluzioni alternative per dipingere la nostra armata.

è stato presentato la prima volta, in uno sconosciuto numero delle uscite in edicola della deagostini, ed è stato un vero cult.

anche io personalmente sono rimasto molto sbalordito da questo accostamento cromatico, al punto da cimentarmici con gli elfi lancieri in metallo, dei quali vedremo una foto, dopo il salto.

con il nuovo film dello hobbit, elrond guida i suoi elfi a cavallo... anche se si vedono veramente poco, l'unica cosa che notiamo è che sono gli stessi guerrieri della seconda era... con la stessa armatura a fascie e lo stesso elmo.

ma... aspettate un'attimo!, nonostante si parli degli stessi guerrieri, con le stesse armature... c'è qualcosa che non torna! l'armatura si è scolorita!
2000 anni prima era color oro, adesso è argento! mah... peccato! avrebbe reso questa guida di pittura molto più impressionante a colpo d'occhio!

altra nota riguarda le pose... un pò strane... i mantelli per quanto siano elfici, e quindi dotati di particolari proprieta, sembrano proprio volare via dal corpo della miniatura, cosa che fa pensare che il soldato si trovi coinvolto in una carica poderosa e forsennata.

cosa che così non è, perchè la posa dei cavalli è decisamente strana rispetto a quanto dovrebbe essere (apparte che sono i cavalli dei cavalieri di rohan), con la testa troppo alta perchè il cavallo sia lanciato in corsa.

un'ultima nota: la gw, va a risparmio, nello stesso box set troverete due cadaveri degli elfi (come troverete due cadaveri degli orchi cacciatori nel box set dei cacciatori su warg) e la possibilità di poter avere due capitani (praticamente un elfo senza elmo) e due alfieri (sostituendo la lancia di uno dei guerrieri).

tali soluzioni non mi piacciono, quindi quì vedremo solo guerrieri e un'alfiere. Inoltre nessuna guida per i cavalli, visto che non sono stati fatti in maniera alternativa, anzi... è categorico che siano tutti bianchi o tendenti al grigio chiaro.


ma bando alle ciancie e ciancio alle bande! ecco di cosa stiamo parlando!

ovviamente uno schema azzurro in stile lancieri di montebello, è altrettanto meraviglioso!


alt

mano ai pennelli ora!
 

Considerazioni sul modello.

Murin e Drar... personaggi reali ma fittizzi, inventati, potremo dipingerli come ci pare, potremo anche non dipingerli, ma se proprio vogliamo, atteniamoci a tonalità che siano simili a quelle delle fotografie ufficiali smiley

sono due nani erranti che vanno in giro come raminghi, quindi vesti sporche mi raccomando!

alt