Print
Category: Pittura
Hits: 2165

Esterling Guerrieri

 

(livello da gioco)



Finalmente, dopo un po’ di mesi, ho terminato i miei guerrieri Esterling. Siccome non dipingevo un numero così alto di miniature da molto tempo, ho deciso di fare con calma e di non concentrarmi troppo sul livello di pittura, ho preferito fare tutto il più pulito possibile e che si intonasse coi miei capitani. Ho smontato i miei guerrieri dalle sprue, li ho ripuliti da linee di fusione e simili, ho incollato tutti alle basette e cominciato a lavorare.

 


BASETTE
Ho cominciato dalle basette per evitare di sporcare in seguito i modelli. Ho steso uno strato di colla vinilica e acqua poi ci ho passato sopra la mia mescola di bicarbonato, sabbia, sale grosso da cucina e erbetta statica. A questo punto ho primerizzato i modelli. Il procedimento per dipingere le basette è questo:
Colore di base Graveyard Earth, pennello asciutto Graveyard Earth + Skull White 1:1
Per le pietre: Charadon Granite, pennello asciutto Astronomican Grey
Per l’erbetta: Sunburst Yellow, Sunburst Yellow + Bleached Bones 1:1

PITTURA
Per dipingere gli Esterling ho usato alcune tecniche del numero 78 dei fascicoli DeAgostini. Ho cominciato con l’armatura: uno spesso strato di Hawk Turquoise, poi vari strati di pennello asciutto partendo dal Dwarf Bronze e aggiungendo Shining Gold, Mithrill Silver e Skull White in modo sempre più leggero. Per completare una lavatura di Blue Ink e Chesnut Ink mescolati assieme. Ho finito ripassando il Mithrill Silver puro nelle parti più sporgenti.

Per la pittura delle vesti rosse ho modificato leggermente la tecnica del F-L-V (Foundation-Lavatura-Velatura) in CB-L-V ovvero Colore di Base, Lavatura, Velatura. Partendo dal Red Gore, ho poi passato una lavatura di Red Gore + Chaos Black 1:4 per scurire nei recessi e ho passato alcune velature di Blood Red finché non sono stato soddisfatto del risultato ottenuto.

Ho continuato con le vesti nere e i dettagli neri. Anche queste molto semplici: Chaos Black di base, lumeggiatura di Codex Grey e lavatura nera. Per gli stivali, le aste delle alabarde, il quadrato sugli scudi e le frecce ho passato una lavatura di Scorched Brown sulla base di Chaos Black e ho poi lumeggiato con Scorched Brown + Chaos Black 3:1. Le scocche delle frecce sono di Codex Grey a pennello asciutto su base di Chaos Black. Spade, lame delle alabarde e punte delle frecce sono state ottenute con vari strati di pennello asciutto partendo dal Boltgun Metal, poi Chainmail e infine Mithrill Silver, seguiti da una lavatura nera.

Una visione d'insieme sulla collina del CST
dscn4225k
dscn4228m

Esterling spada e scudo
esterling1

Esterling con alabarda e scudo (in metallo)
esterling2

Esterling con alabarda e scudo (in plastica)
esterling3

Esterling con arco
esterling4


Una carrellata degli stessi ma più da vicino

dscn4252
dscn4253h
dscn4245
dscn4246h
dscn4247v
dscn4249a
dscn4250c
dscn4251m

Qui si conclude il tutorial. Vorrei fare alcune considerazioni prima di terminare. Era la seconda volta che acquistavo miniature dal sito (posseggo solo le miniature presenti negli 80 fascicoli DeAgostini): la scorsa volta sono stato molto soddisfatto del Kit del Troll di Mordor in plastica e del blister di Guardie Nere, mentre questa volta sono un po’ deluso dal livello di scultura generale delle miniture. Molte aree le ho dovute praticamente inventare, gli spadaccini presentano molti difetti, anche gli alabardieri che hanno le aste storte; forse gli arcieri si salvano un po’ come livello di dettaglio, ma forse è dovuto alle pose più originali. La differenza l’ho notata anche perché ho sia dipinto un capitano Esterling in metallo, sia perché avevo anche quattro Esterling alabardieri in metallo: molto ma molto ben fatti. Diciamo che forse la GW dovrebbe un po’ migliorare il livello di scultura se vuole che la gente spenda ben 26 euro per una scatola di miniture.
Concludo con la classica Photoshoppata, spero che il tutorial possa essere stato utile e alla prossima.

dscn4224h