Stampa

Le squadre italiane all' ETC

Scritto da Riccardo. Postato in Notizie

Il 29 e 30 Aprile 2017 si terrà ad Amburgo il Campionato Europeo a squadre(ETC) de Lo Hobbit, che vedrà per la prima volta la presenza di squadre italiane.  Il Sito dell'Anello ha deciso di realizzare una piccola intervista, informale e senza filtri,  alle due squadre che rappresenteranno il nostro Paese e la nostra Community. I due fortunati scelti dai rispettivi team per subire questo amichevole interrogatorio sono Tomgalad e Turin. Ecco dunque quello che ci hanno detto:

 

Ciao ragazzi! Iniziamo con le presentazioni, da chi è composta la vostra squadra?

Tom:Ciao! La squadra Italy 1 è composta da: Tommaso Zerbi o Tomgalad, Matteo Carnelli o Seo e i due Federichi (Federico Loda o Vecchio Deffe e Federico Barone o TerryOBan).

ETC1

 

Turin:Il team è composto da quattro giocatori della Gilda Adriatica, il gruppo di riferimento per Emilia-Romagna e Marche. Oltre al sottoscritto ci sono l'ex moderatore della sezione pittura e inventore del  CPT Iluvatar, Eorl e The Witch Prince.

 

IMG 20170404 WA0016

Il formato è leggermente diverso da quello della nostra Lega, quali difficoltà avete trovato nell'elaborazione delle liste?

Tom:Anche se agli 800 punti siamo abituati in Lega, ci son state difficoltà nel comporre le liste per l'ETC perché ci siamo impegnati a pensare alle sconfinate varianti di liste che saranno presenti all'evento, ricordando che il male potrà affrontare il male e il bene il bene. In Lega il range è senza dubbio molto più limitato. I ragionamenti hanno riguardato anche: - la gamma di scenari previsti; - le dimensioni dei tavoli ridotte rispetto allo standard di Lega.

Turin:Il formato bene vs bene e male vs male comporta qualche cambiamento nella lista: Il bene deve pensare anche al tiro elfico (che come sappiamo sa essere letale), mentre il male deve fare i conti con la mancanza dello Sciamano (rischioso portarlo per trovarsi contro un Nazgul). Ovviamente a livello di Bg fa un po' torcere le budella ma male vs male sappiamo tutti che è estremamente probabile e per il bene gli appassionati del Silmarillon ricorderanno che ci sono stati episodi anche in tal senso

Parlando invece del fattore umano, come vi siete "allenati" in vista di quest'evento?

Tom:Allenamento? Messaggi su whatsapp contano? Scherzi a parte, io non li vedo almeno dal torneo di Brescia (qualifica per la squadra italiana) quindi non abbiamo giocato insieme in questi mesi. Son convinto comunque che già solo discutere insieme sia un buon allenamento. Per quanto riguarda gli altri, nonostante i vari impegni quotidiani, Seo, Vecchio Deffe e Terry (che almeno condividono la stessa nazione e pure regione) son riusciti a vedersi. Io gioco qui con amici di Edimburgo o altri da Stirling e anche se non uso lo stesso formato o lista dell'ETC son sempre dell'idea che basta giocare per allenarsi e non serve usare la specifica lista che si userà al torneo. Conosco anche i giocatori della squadra scozzese per l'ETC e per assurdo mi son allenato con loro (e farò pure il viaggio in aereo con loro)!

Turin:In realtà ben poco! Io vivo all'estero e condivido con Iluvatar una fase di allontamento al gioco. The witch prince ha giocato a qualche torneo, mentre Eorl ha fatto qualche partita con il rivale di sempre (Iluvatar).

Senza chiedere di fare spoiler eccessivi, in breve, dobbiamo aspettarci colpi di scena rispetto alle liste che vediamo solitamente in Lega?

Tom:Penso che i colpi di scena nelle liste ci saranno, ma non aspettatevi Balrog o Baccador ecco. Utilizzeremo tutte liste molto molto differenti tra loro, con punti di forza differenti e complementari. La cosa che le unifica abbastanza è il fatto di essere versatili e in linea teorica buone liste contro le principali opzioni che saranno presenti al torneo. Piccoli spoiler? - Come si sa, l'ETC vieta di utilizzare la stessa versione dell'eroe con nome due volte all'interno della squadra. Nella nostra squadra non usiamo mai più di una versione del tale eroe con nome. - Come saprete, bisogna inviare 5 liste e poi 4 verranno usate effettivamente (questo per vincolare anche un possibile spareggiatore ad utilizzare una delle cinque liste obbligatoriamente). Ne abbiamo inviate 3 del Bene e 2 del Male.

Turin:In realtà, a parte qualche modifica, ben poco è cambiato. Sono liste competitive in cui alcuni pezzi hanno ottenuto un significato leggermente diverso. Ma i pezzi forti restano più o meno sempre quelli.

Per il nostro Sistema i tornei internazionali a squadre sono una bella novità, cosa vi aspettate da quest'esperienza?

Tom:Per prima cosa rappresentare la comunità italiana, facendo capire come il gioco sia attivo su Il Sito dell'Anello e magari incentivando a promuovere di più future attività GW al di fuori del Regno Unito. Per seconda cosa mi aspetto da questa esperienza di vedere Terry smattare in italiano contro tedeschi o inglesi...

Turin:Molto bella come esperienza, per me si tratta in parte di un saluto all'hobby. Sono convinto che sia importante allacciare i rapporti con le altre comunità europee e organizzare ogni tanto un torneo così. Io spero di competere con giocatori diversi dai soliti (anche se in realtà mi mancano sfide anche con quelli dell'altra squadra italiana) e mettere come sempre alla prova le mie abilità di giocatore. Tutto questo in un clima internazionale di allegria ovvero un ambiente in cui mi trovo a mio agio. Spero inoltre di ritemprare un po' il mio spagnolo nella prima sfida con la Spagna!

Alcuni sostengono che queste manifestazioni, portando naturalmente a enfatizzare il lato competitivo del nostro hobby, uccidano un poco tutto quello che ci gira attorno. Cosa pensate in proposito?

Tom:Sono un grande sostenitore dei tornei meno competitivi e più rilassati, ma è importante che esista un torneo del genere perché porta da un lato le comunità a unirsi intorno ai loro team e dall'altro permette l'incontro/affronto tra nazioni in un modo che non sarebbe possibile in altri formati. L'idea che una nazione uscirà come vincitrice Europea del nostro gioco per l'anno 2017 è un gran bell'incentivo.

Turin:Hanno ragione. Io li appoggio in pieno, ma sbagliano su un punto. Non è la competizione che uccide l'hobby, quella semmai lo fa diffondere, fa fare alla gente 200 km, fa comporre nuove liste etc. Quello che uccide l'hobby è una competizione alla caccia del più sgravo che, se ci si vuole anche solo divertire, è quasi un obbligo ora come ora. La colpa di questo però è il bilanciamento del gioco, non della competizione in se. Aumentiamo il prezzo degli invoca e dello sciamano, prendiamo altri wargame come esempio che in caso di scelta di un'armata hanno limiti nelle truppe d'elite e un obbligo di alcune truppe. Risolveremmo probabilmente anche i problemi economici di molti se non si possono portare più di tot unità d'elite. In Gilda abbiamo fatto tornei con precisi obblighi di BG, oltre che ad aver bilanciato alcuni pezzi. Inoltre si possono organizzare tornei di lega con liste fisse che cambiano ad ogni partita. Io ne ho fatto uno ed è un formato molto bello che mette i giocatori alla prova solo per la loro abilità.

Bene, è tutto, ora salutate il Sito dell'Anello con una citazione Tolkeniana!

Tom:"Certezza di birra. Scarse possibilità di sobrietà. Che cosa aspettiamo?" (discorso di Gimli prima della battaglia del Cancello Nero, su gentile traduzione di Matteo Carnelli)

Turin:It's a dangerous business, Frodo, going out your door. You step onto the road, and if you don't keep your feet, there's no knowing where you might be swept off to.

Grazie del vostro tempo! Sono sicuro che entrambe le squadre saranno un osso duro per chiunque.

Buon viaggio, e in bocca al lupo!